Federico. Trent’anni mancati. Non dimentichiamo

Andrea, Matteo, Lorenzo…, i suoi amici, ieri hanno voluto, organizzando il Bike parade, ricordare un amico, Federico, attraversando in bicicletta con un po’ di musica una delle cose più belle della sua città, le mura estensi. Ma la cosa più bella erano i loro cuori uniti a quello di tanti altri giovani e meno giovani, lì insieme e tranquilli, ad illuminare quel percorso…., per godere di alcuni attimi della vita, come avrebbe voluto Federico e come lo avrebbero voluto tanti altri giovani sfortunati come lui, per non dire altro.
Che dire dei ragazzi della Ovest, sempre presenti, e con quello striscione a ricordare che “ovunque tu sarai un coro sentirai”. Che dire di quei due bambini con la loro biciclettina davanti alla fila dei partecipanti lungo il percorso di 5,8 km, vicino alla musica del carretto che faceva da testa al piccolo corteo verso il parco urbano, immersi nella natura. Bellissimi quei bimbi, e addirittura con il loro caschetto a proteggerli. Che dire di Roberto, di Emi provenienti da Roma e parte importante e integrante nella storia di Federico, come anche di Gianni da Bologna. Che dire di ognuno di quei partecipanti lì presenti fisicamente, ma anche di quelli sicuramente lì con il cuore, anche se da lontano. Lo sentivo. Lo sento. Vorrei abbracciarvi tutti, persona per persona, ma non è possibile. Lo faccio con questa foto scattata da me nel mio solito giro…, per acquietare la mia rabbia, per quello che non potrò mai staccare dal mio cuore…, l’immagine della violenza assurda usata senza una ragione una maledetta domenica mattina su di un ragazzo che avrebbe potuto essere il figlio di chiunque. Lo faccio con un fiore, impregnato con quel colore giallo che Federico amava.
Quei due bimbi crescendo usciranno la sera e dopo una notte trascorsa in allegria, tornando a casa vorranno potevi rientrare… perché lì ci sarà sempre qualcuno ad aspettarli.

Domani, 17 luglio 2017 Federico avrebbe compiuto 30 anni, ma il suo tempo l’hanno fermato per sempre a 18.
Stride fare gli auguri a chi non c’è più fisicamente…
Buon compleanno comunque Federico, ovunque tu sia.

Lino,
Patrizia e Stefano

“Ma io ho dato fuoco alla pioggia
L’ho osservata cadere mentre ti toccavo il viso
Beh bruciava mentre piangevo
Perché l’’ho sentita gridare il tuo nome, il tuo nome!”

dalla pagina di facebook di Lino Aldrovandi

https://www.facebook.com/search/top/?q=lino%20giuliano%20aldrovandi

This entry was posted in General. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *