Sit-in antifascista contro il corteo di Casa Pound a Roma

Noi “Madri per Roma Città Aperta”, comitato nato a seguito di un’aggressione mortale per mano di ragazzi che sulle loro braccia e nelle loro menti portavano i segni di una mentalità violenta, intollerante e fascista, abbiamo preso l’impegno di denunciare ogni atto, ogni dichiarazione, ogni intento che prefiguri l’apologia di un regime che l’Italia ha pagato per più di venti anni con violenze, torture, e morti.
L’organizzazione politica Casa Pound ha indetto per sabato 24 novembre a Roma una manifestazione nazionale di lancio per la propria campagna elettorale.
Casa Pound e Blocco Studentesco sono responsabili dei recenti assalti nei confronti delle istituzioni scolastiche con slogan di viva il Duce e fumogeni, veri atti di squadrismo fascista e di apologia di fascismo perseguiti dalla nostra legislazione con la legge Scelba e la legge Mancino
Già nel 2008 Casa Pound si è resa responsabile di un assalto alla sede della RAI in via Teulada come atto intimidatorio nei confronti della trasmissione “Chi l’ha visto?” che aveva fatto approfondimenti sulle immagini delle aggressioni avvenute in occasione della manifestazione degli studenti a Piazza Navona da parte di gruppi di fascisti che evidenziavano le coperture e le connivenze tra fascisti e forze dell’ordine.
Casa Pound e Blocco Studentesco sono organizzazioni politiche nazionali che stanno diffondendo sull’intero territorio nazionale, insieme a Forza Nuova, idee e azioni che si rifanno all’ideologia fascista e nazista, mettendo in pericolo le modalità democratiche e i principi sanciti dalla nostra Costituzione. L’arroganza crescente di questi gruppi di ispirazione fascista o nazista, che utilizzano la violenza e l’intimidazione quale strumento di azione politica e di propaganda di idee e programmi razzisti, antisemiti, omofobi , transofobi e intolleranti verso gli avversari politici, desta grande preoccupazione.
Casa Pound fa diretto riferimento all’ideologia fascista proponendo un progetto politico “che proietti nel futuro il patrimonio ideale ed umano che il Fascismo italiano ha costruito con immenso sacrificio”. Nei loro siti sono ospitati links ad altri gruppi e associazioni e blogs che introducono a questa comunità fascista con collegamenti a esponenti politici e figure di riferimento negazioniste dei campi di sterminio, gruppi musicali neofascisti, programmi deliranti di odio, razzismo e intolleranza.
L’antifascismo durante il regime, la resistenza e, dopo la guerra, la nostra Costituzione e il sistema normativo, hanno messo al bando definitivamente dalla nostra società non solo il fascismo, ma anche ogni manifestazione che allo stesso in qualche modo ci possa ricondurre o ispirarsi.
Storicamente una condizione di profonda crisi economica e sociale, accompagnata da una forte crisi di legittimità della classe politica e delle istituzioni democratiche, è il più favorevole terreno di coltura per la nascita e il rafforzarsi di queste formazioni illegali. È quindi più urgente una presa di coscienza del pericolo e una decisa reazione degli anticorpi democratici presenti nella società civile.
In nome della memoria della nostra città, medaglia d’oro della Resistenza e contro ogni forma vecchia o nuova di fascismo chiediamo alle istituzione di impedire la manifestazione di quelli che si definiscono fascisti del terzo millennio.
Per questo invitiamo tutti e tutte a partecipare al sit in davanti alla sede della Prefettura , in piazza S.S. Apostoli mercoledì 21 novembre ore 12 .

Madri per Roma Città Aperta

madrixromacittaperta.noblogs.org
madrixromacittaperta@libero.it

This entry was posted in General. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *