Occupazione Casa Pound a Portuense

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-parent:””;
mso-padding-alt:0pt 5.4pt 0pt 5.4pt;
mso-para-margin:0pt;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:10.0pt;
font-family:”Times New Roman”;}

Noi “Madri per Roma
Città Aperta”, comitato nato a seguito di un’aggressione mortale per mano di
ragazzi  che sulle loro braccia e nelle
loro menti portavano i segni di una mentalità violenta, intollerante e
fascista, abbiamo preso l’impegno di denunciare ogni atto, ogni dichiarazione,
ogni intento che  prefiguri l’apologia di
un regime che l’Italia ha pagato per più di venti anni con  violenze, torture, e morti.

Abbiamo  incontrato i rappresentanti delle istituzioni
esprimendo la forte preoccupazione che la risposta a questo diffondersi di
gruppi e associazioni, che al fascismo si ispirano,  sia 
insufficiente e tale da non garantire la difesa dei valori
costituzionali che le istituzioni democratiche  invece hanno l’impegno di garantire.

Riteniamo pertanto
estremamente pericoloso, per la vita democratica della città, lo spazio
concesso in questi ultimi anni 
all’associazione  Casa Pound  che in questi giorni ha occupato un immobile
comunale al Portuense, e per la quale, le amministrazioni centrali e locali
della città stanno prospettando una seconda sistemazione dopo quella  dell’Esquilino.

Casa Pound, insieme ad
altri esponenti, con produzione di testi e di musica fa diretto riferimento
all’ideologia fascista, proponendo un progetto politico “che proietti nel
futuro il  patrimonio ideale ed umano che il Fascismo italiano ha
costruito con immenso sacrificio
” (citazione dal loro programma).  

Casa Pound afferma  che la 
Costituzione italiana sia stata scritta a seguito di una guerra civile “nella
scia di carri armati stranieri”
e non sia il frutto di una lunga battaglia
contro una dittatura che torturò, perseguitò, uccise barbaramente, macchiandosi
di crimini razzisti, che fu alleata del regime nazista di Hitler, sterminatore
di milioni di persone, precipitando l’Italia in una terribile guerra.

Nel loro sito sono
ospitati siti di altri gruppi e associazioni, blog  e link che introducono a questa comunità
fascista con collegamenti a esponenti politici e figure di riferimento
negazioniste dei campi di sterminio, gruppi musicali neofascisti, programmi
deliranti  di odio, razzismo e
intolleranza.

L’antifascismo durante il regime, la resistenza
e, dopo la guerra, la nostra Costituzione hanno messo al bando definitivamente
dalla nostra società non solo il fascismo, ma anche ogni manifestazione che
allo stesso in qualche modo ci possa ricondurre o ispirarsi ed è compito delle
istituzioni tutelare questo diritto alla democrazia.

Invitiamo quindi tutte le associazioni, i
partiti, le organizzazioni sindacali, i cittadini democratici ad impedire il
tentativo dei neofascisti di legittimarsi nella nostra città e chiedere alle
istituzioni di non concedere spazi a chi si 
rifà al fascismo in qualsiasi forma.

 
Madri per
Roma Città Aperta

 
madrixromacittaperta.noblogs.org

madrixromacittaperta@libero.it

 

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-parent:””;
mso-padding-alt:0pt 5.4pt 0pt 5.4pt;
mso-para-margin:0pt;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:10.0pt;
font-family:”Times New Roman”;}

Aderiscono:

 

ANPI Associazione Nazionale Partigiani d’Italia – Nazionale, Roma e Lazio

ANED Associazione nazionale ex deportati

Pina Renzi, partigiana  medaglia d’argento
alla resistenza

Adriana Spera, membro segreteria romana e del CPN del PRC-Se

Remo Marcone, presidente Osservatorio sulla dispersione scolastica e per il diritto
allo studio del Municipio XI

Comitato Piazza
Carlo Giuliani

Franca Bassani, Consigliere P.R.C. Comune di Agugliano

Associazione
"pernondimenticare.com"

Marilu’ Cavaliere – Luton (UK)

Silvana Massa – Imperia

RAM Rete Antifascista Metropolitana Roma

Ass. Nuova Bauhaus

Alberto Bencivenga

 

This entry was posted in Comunicati. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *