Due anni senza il sorriso di Renato

 

 Sono passati ormai due anni da quanto, il 27 agosto del 2006,
Renato, uscendo da una dance hall reggae sulla spiaggia di Focene, insieme alla sua fidanzata e al suo amico
Paolo, furono aggrediti da due giovani scesi dalla loro auto coltelli alla
mano. Gli urlarono di tornare a casa, che quello non era il loro territorio.
Colpirono Renato che, a 26 anni, morì poche ore dopo in ospedale. Nella
disperazione di quei giorni i familiari, gli amici e i compagni si trovano a
spiegare una scomoda verità: chi esce di casa armato di coltello per colpire
chiunque possa essere considerato diverso, altro, di colore, gay, di sinistra,
è un fascista. Che solo a Roma, nell
’anno precedente c’erano state più di 130 aggressioni di matrice
fascista. Oggi, che sono passati quasi 2 anni, si apre il processo per l
’imputato
minorenne. Il PM sostiene che Renato sia stato ucciso al termine di
“banale diverbio
degenerato per futili motivi
”, e così lo uccidono una seconda volta.

Il prossimo 27 agosto saranno 2 anni che una mano fascista ci ha portato via il
sorriso e gli occhi di Renato. Tante iniziative in questi 2 anni, frutto della
passione di tanti compagni e compagne hanno permesso di realizzare i suoi
sogni. Uno di questi è la sala prove e registrazione Renoize attraversata in questi
pochi mesi di vita già da tantissimi giovani gruppi musicali e fucina di
riflessioni sulle autoproduzioni. Grazie a questo progetto il prossimo 29
agosto ricorderemo Renato attraverso la musica, la sua grande passione, in un
concerto in cui si esibiranno Apostoli della strada, Bestie Rare, Rancore,
Ork’s Machine vs Muver, Filippo Gatti, Bobo Rondelli e i 24 Grana e in cui
attraverso i suoni, le immagini e le parole racconteremo ancora una volta la
verità su cosa accadde quella maledetta notte sul litorale di Focene, quando l’odio per il
diverso di due giovani di 17 e 19 anni strappò con 8 coltellate la vita di
Renato. Con Renato nel cuore, ma anche per Carlo, Dax, Federico e Nicola che
sono Ognuno di Noi Venerdì 29 agosto 08 dalle 18 alle 24 Parco della Basilica
di San Paolo Via Ostiense, Roma.

Con rabbia e con amore
i compagni e le compagne di Renato”

This entry was posted in Generale. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *