Irruzione e atti vandalici di stampo fascista al Circolo Mario Mieli

Il Comitato Madri per Roma Città Aperta, costituitosi intorno a
Stefania , madre di Renato Biagetti, giovane di 26 anni, accoltellato
un anno fa sulla spiaggia di Focene alla fine di un concerto, esprimere
solidarietà al Circolo Mario Mieli per l’irruzione e gli atti vandalici
di evidente matrice fascista e razzista . Questo episodio che fa
seguito all’incendio doloso del Coming Out configura un organizzata e
premeditata azione contro la comunità omosessuale, lesbica e trans
romana. Si conferma quindi la preoccupazione delle Madri per il clima
di intolleranza , di aggressione e di intimidazione che sta riducendo
gli spazi democratici della nostra città, specie in questo delicato
periodo elettorale. Il Comitato, esprimendo solidaritetà al Circolo
Mario Mieli, mantiene l’impegno a denunciare il proliferare di gruppi
neofascisti responsabili a Roma di molte aggressioni nei confronti
della diversità in qualunque forma esso si manifesti, politica,
culturale e di genere, e si impegna ad aderire e a collaborare alle
iniziative della comunità gay , lesbica e trans, perché Roma resti una
città aperta ad ogni diversità.

Comitato Madri per Roma città Aperta
Sabato 18 aprile 2008

This entry was posted in Comunicati. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *