Il 20 luglio torniamo tutti a Genova

Ci stiamo avvicinando alle giornate di Genova, alla morte di Carlo, ai massacri nelle strade, alle torture della Diaz, a uno dei piu’ violenti attacchi alle liberta’ di manifestazione e ai diritti umani, portato da organi istituzionali verso i propri cittadini e cittadini stranieri. Ma il ricordo di questi terribili eventi non e’ piu’ nella memoria di quelle trecentomila o forse più persone che si ritrovarono a Genova contro il G 8, contro quei grandi tra cui quelli europei che oggi in nome dello spread affamano i popoli. Solo Haidi e Giuliano, con fatica, ogni 20 luglio ci aiutano a ricordare. Abbiamo talmente rimosso quei giorni, che addirittura un sindacato di poliziotti li vuole ricordare, per ridare onore al loro corpo, omettendo le verita’ ricostruite nei processi sui fatti di Genova, sul riconoscimento di reati di tortura da parte delle forze dell’ordine nelle sedi giudiziarie europee. Come potremo ricordare i valori dell’antifascismo, se non riusciamo nemmeno a ricordare quello che e’ accaduto a Genova solo 14 anni fa? Il 20 luglio torniamo tutti a Genova.

This entry was posted in General. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *